Da wednesday 1 Dicembre 2021 a wednesday 26 Gennaio 2022Boito Architetto Archivio Digitale

Mostre

Event Details

Mostra
Dal 01/12/2021 al 26/01/2022
Galleria del Progetto, Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni,
Politecnico di Milano
Via Ampère, 2, Milano

Conferenza di inaugurazione, spazio mostra
Paolo Portoghesi
mercoledì 01/12/2021, ore 16
[Link per partecipare all’evento
Numero evento: 2731 324 9783
Password evento: VerCriQX697 (83727479 da telefoni)]

Conferenza di chiusura, aula Rogers
Ornella Selvafolta
mercoledì 26/01/2022, ore 16

Progetto Boito architetto archivio digitale
“Boito architetto archivio digitale” è un progetto di ricerca che ha come obbiettivo la
riconsiderazione del ruolo svolto da Boito nella cultura del progetto e nella formazione
della cosiddetta Scuola di Milano; l’incubazione di un archivio digitale che raccolga i
materiali sparsi in sedi, ambiti, enti e istituzioni diverse, nonché le pubblicazioni e le
ricerche in corso, a partire dalla rivista “Arte Italiana Decorativa e Industriale” (AIDI).
Come “archivio di archivi”, il progetto vede i due aspetti unitariamente e su di un unico
piano di analisi e di sviluppo, nella prospettiva della formazione di un Centro Studi e
dell’indicizzazione sistematica della rivista e dei molti materiali, grafici e documentali.
Il progetto di ricerca dĂ  seguito operativo e si fonda sui lavori dei molti studiosi presenti al
convegno internazionale “Camillo Boito moderno”, tenutosi nel dicembre 2014 al
Politecnico di Milano e Accademia di Brera, con la curatela scientifica di Sandro
Scarrocchia, pubblicato nel 2018. Il convegno ha visto partecipare numerosi docenti e
ricercatori, alcuni di questi ora coinvolti nel comitato scientifico di questa ricerca.
Così ancora oggi, nelle linee guida del progetto New European Bauhaus della
Commissione Europea, di cui il Politecnico di Milano è partner, il focus specifico del
“Progetto Boito architetto archivio digitale” potrà essere specificatamente compreso.
D’altra parte pensare a un rilancio della creatività, dell’innovazione e della produzione di
qualità è semplicemente impensabile senza la valorizzazione della memoria e delle fonti,
quali l’archivio dell’origine della Scuola di Milano di architettura. In particolare è
impensabile non tener conto della maggior impresa che l’Italia ha rivolto a quei temi:
AIDI, cioè l’organo del Ministero Agricoltura Industria e Commercio e della Commissione
Centrale Ministeriale che per venti anni ha costituito la fonte e la voce della formazione
artistico-industriale di una rete di scuole e officine capillare ed estesa su tutto il territorio,
sulla scia di una tradizione che rimanda alle origini dei Politecnici.
Il “Progetto Boito architetto archivio digitale” vuole essere un ponte tra l’origine della
Scuola di Milano in architettura, l’archeologia dell’industria artistica italiana e i nuovi
scenari del New European Bauhaus.

Mostra Boito architetto archivio digitale
Tesi della mostra e dell’archivio digitale è di riportare la multiforme attività di Camillo Boito dentro la dimensione culturale del progetto di architettura, come catalizzatore di una galassia che comprende “unità delle arti”, istituzioni formative e civili, soggetti produttivi del “saper fare”. Le opere affrontate da Boito (scuole, ospedali, istituti di assistenza, cimiteri, ecc.) sono monumenti alla civiltà urbana. Ma non solo, sono l’accumulo di una industria culturale che prefigurava già allora una industria delle arti.

Comunicato stampa

Iniziativa coerente con gli obiettivi del #NewEuropeanBauhaus

 

 

Date e orari

Da mercoledì 1 Dicembre 2021 a mercoledì 26 Gennaio 2022

Luogo

Politecnico di Milano, Galleria del Progetto

Via Ampère, 2 - Milano

Mappa

Organizzatore

Politecnico di Milano, Accademia di Belle Arti di Brera, Politecnico di Torino

X