Da thursday 3 Dicembre 2020 a friday 4 Dicembre 2020Smart Academia. Valutazione, lavoro, benessere ed equità nell’università che cambiaEvento online

Conferenze

Event Details

Convegno Annuale della Conferenza Nazionale degli Organismi di Parità delle Università italiane

Il convegno si svolgerà in modalità online. Iscrizioni a questo link entro il 30 novembre 2020.

Negli ultimi mesi le misure di prevenzione al contagio da COVID-19 hanno imposto una rapida trasformazione delle università che hanno adottato modalità di lavoro da remoto in varie forme
(lavoro agile, telelavoro, smart working), riorganizzando radicalmente gran parte delle attività di
ricerca, la didattica e il lavoro tecnico amministrativo. L’emergenza epidemiologica non ha
determinato semplicemente un trasferimento online delle attività svolte negli atenei; ha richiesto, e
sta richiedendo quotidianamente, un riposizionamento delle istituzioni accademiche e del loro ruolo
nella società. Le università hanno riorganizzato le azioni di intervento nei territori, rimodulando,
trasformando e, talvolta, intraprendendo nuove attività di formazione, di trasferimento delle
conoscenze, di orientamento per le scuole, di collaborazione con le strutture sanitarie. Le expertise
accademiche e la ricerca hanno assunto una funzione chiave nella definizione delle policy e degli
interventi attuati durante l’emergenza e partecipano ai processi di ricostruzione del dopo-emergenza. Al contempo, tali trasformazioni stanno comportando una riorganizzazione e riconfigurazione dei rapporti e delle relazioni di lavoro comunemente intesi ed esperiti, nonché della valutazione della prestazione lavorativa. Il peso assunto dal lavoro e dalla didattica in remoto lascia prefigurare nuovi rischi per il benessere dei lavoratori e delle lavoratrici, degli studenti e delle studentesse con il possibile acuirsi di disuguaglianze di genere, sociali, territoriali e culturali. In questa situazione gli organismi di parità delle università italiane possono giocare un ruolo determinante rispetto al quale si vuole riflettere.

I cambiamenti indotti dall’emergenza sanitaria s’inseriscono in un contesto segnato dalle recenti
trasformazioni/riforme nei sistemi di valutazione dell’università e della ricerca che hanno modificato
profondamente le pratiche accademiche. A partire da questi temi il convegno intende anche proporre un confronto sui processi di valutazione in ambito universitario. In che modo e attraverso quali criteri gli attuali processi valutativi dell’accademia possono essere rimodulati sulla base delle nuove sfide cui l’istituzione universitaria è chiamata a rispondere? Negli anni recenti numerose ricerche hanno evidenziato la dimensione non neutrale dell’eccellenza che, come costrutto sociale, viene definita all’interno di paradigmi e prospettive teoriche che portano a privilegiare processi competitivi nella ricerca e nella costruzione del sapere, da un lato, e pratiche soggettive attraverso cui i ricercatori e le ricercatrici costruiscono il sé dei loro profili scientifici, dall’altro.

Allo stesso tempo i sistemi di valutazione della performance individuale e organizzativa, del rischio
stress lavoro-correlato e del clima organizzativo hanno un impatto differenziato anche sul lavoro del personale tecnico e amministrativo delle università. Le trasformazioni dell’università in atto in questi mesi mostrano ancor più l’inadeguatezza di un modello ideale di lavoratore incentrato, nelle società contemporanee, su aspettative/norme di visibilità nei luoghi di lavoro e di invisibilità del lavoro di cura. L’emergenza in cui siamo coinvolti e tutti e tutte chiamati a fronteggiare evidenzia la necessità di ridefinizione della valutazione accademica come pratica volta a incentivare pratiche collaborative e di promozione e sviluppo dell’equità sociale.

Date e orari

Da giovedì 3 Dicembre 2020 a venerdì 4 Dicembre 2020

Luogo

Evento Online

Organizzatore

Politecnico di Milano

X