giovedì 3 maggio 2018Dalle 18:00Incontro con l'autore - Flavio Caroli

Incontri

Leggi tutto

Flavio Caroli è uno storico dell’arte dalle indiscusse capacità narrative e oratorie. Nel suo incontro al Politecnico di Milano, che inaugura il ciclo “Incontro con l’autore” presenterà il suo ultimo libro “L’arte italiana in quindici weekend e mezzo” (ed. Mondadori).

Un saggio che diventa un romanzo, in cui l’autore dialoga con un’amica di lunga data accompagnandola per quindici weekend e mezzo alla scoperta di grandi artisti, monumenti universalmente noti e gioielli nascosti nei luoghi nevralgici dell’arte italiana.
Passeggiando per le vie dei centri storici o raggiungendo musei fuoriporta, ci presenta in un racconto ricco di immagini protagonisti come Andrea Mantegna, che si può incontrare nella basilica di Sant’Andrea, a Mantova, non solo attraverso le sue opere ma anche sotto forma di un busto scolpito posto nella Cappella funeraria, e promette: «Si innamorerà dello sguardo lontano di chi vede la grandezza del passato, e subito dopo ne percepisce la caducità e la cenere, e non può che rifugiarsi nella melanconia, e dar vita, con quella, agli unici antidoti concessi agli umani, che sono l’arte e la bellezza». A Venezia, dopo una sosta allo storico Harry’s Bar, ci propone l’incontro con Giovanni Bellini alle Gallerie dell’Accademia: «La linea belliniana incontra la linea introspettiva dell’arte occidentale, con una carta in più, risolutiva: la luce come elemento realistico, drammatico e drammatizzante». Ai grandi artisti e alle loro imprescindibili opere affianca aneddoti poco noti, come l’importanza della Cascina Pozzobonelli di Milano, senza la quale il Castello Sforzesco non sarebbe come lo vediamo oggi. Un graffito presente nel portico mostra infatti l’aspetto originario del castello, con la Torre del Filarete, crollata nel 1521: fu su questa immagine che l’architetto Luca Beltrami si basò per ricostruire la torre fra il 1892 e il 1905.
Un’occasione per ascoltare dalla viva voce di Flavio Caroli il racconto di un viaggio attraverso il patrimonio artistico italiano, nella convinzione che i capolavori sono il riassunto dei pensieri più profondi di un’epoca storica, e costituiscono «l’apertura visionaria verso il tempo che verrà».

Flavio Caroli con questo romanzo incontra per la terza volta – e ultima, a suo dire – la narrativa, dopo Mayerling amore mio! (Bompiani 1983) e Trentasette: Il mistero del genio adolescente (Mondadori 1996). Come storico dell’arte, Flavio Caroli ha studiato i primari del “pensiero in figura” occidentale rapportati alle altre grandi tradizioni figurative maturate su questo pianeta. Ha organizzato inoltre numerose mostre, collabora con la trasmissione di Rai 1 “Che tempo che fa” e con prestigiose riviste specializzate, ed è autore di molti volumi, fra cui i saggi della collana “I volti dell’arte di Flavio Caroli”: Tutti i volti dell’arte (2007) scritto con Lodovico Festa, Il volto di Gesù (2008), Il volto e l’anima della natura (2009), Il volto dell’amore (2011), Il volto dell’Occidente (2012) e Anime e volti. Con gli occhi dei maestri (2014), tutti pubblicati da Mondadori.

Organizzatore

Servizio Comunicazione

Date e orari

giovedì 3 maggio 2018
Dalle 18:00

Luogo

Politecnico di Milano, Aula De Donato

Piazza Leonardo da Vinci, 32 - Milano

Mappa

X