martedì 28 gennaio 2020Dalle 18:00Auschwitz, tra storia e memoria

Leggi tutto

In quale modo il regime nazista arriva a pensare e costruire Auschwitz come insediamento ideale del nuovo ordine europeo prefigurato da Hitler?
Quali sono e come cambiano le funzioni del campo di Auschwitz dal 1940, anno della sua apertura, al 1945?
Perché si sceglie di sterminare gli ebrei d’Europa nelle camere a gas?
Sono domande che servono per mantenere sempre viva la memoria.

Incontro con Frediano Sessi in occasione del “Giorno della Memoria”
Introduce il prof. Marco Prusicki, docente del Politecnico di Milano

Frediano Sessi, traduttore e saggista, è professore a contratto di Sociologia generale nel Corso di Laurea in Educazione professionale della Facoltà di Medicina dell’Università di Brescia ed è stato Segretario Generale della Fondazione Università di Mantova dal 2003 al 2013.

Collabora con diversi editori, tra cui Einaudi e Marsilio, con la Fondation Auschwitz di Bruxelles. Per la casa editrice Einaudi ha curato l’edizione definitiva del Diario di Anne Frank e di due volumi del Dizionario della Resistenza.
Nei suoi scritti, saggi e romanzi, mette al centro le storie vere delle persone che hanno vissuto il Novecento delle guerre e dei totalitarismi, basandosi su documenti e ricerche d’archivio.
Tra i suoi romanzi si ricordano: Foibe Rosse (2007), Il lungo viaggio di Primo Levi (2013); Mano nera (1914); Elio l’ultimo dei giusti (1917); L’angelo di Auschwitz (2019) tutti pubblicati da Marsilio. Tra i suoi saggi recenti: Visitare Auschwitz (Marsilio 2011) e Auschwitz 1940-1945 (Rizzoli ultima edizione 2017). Sessi è anche autore di libri per ragazzi, tra i quali: Sonderkommando Auschwitz (2018) e Prof, che cos’è la Shoah (2020) tutti editi da Einaudi Ragazzi.

Organizzatore

Politecnico di Milano

Date e orari

martedì 28 gennaio 2020
Dalle 18:00

Luogo

Politecnico di Milano, Aula De Donato

Piazza Leonardo da Vinci, 32

Mappa

X